F. C. INTER – Rapid Vienna : 4 – 0 (11' Vecino, 18' Ranocchia, 80' Perisic, 87' Politano)

MILANO - Rapid Vienna, Sampdoria e Rapid Vienna. Nonostante l' esplosione del caso Icardi, l'Inter infila la terza vittoria di seguito senza l'argentino in campo (stasera di nuovo in tribuna insieme a Wanda Nara) e si qualifica facilmente per gli ottavi di Europa League. Bravo Spalletti a tenere saldi i nervi del gruppo in un momento molto delicato, bene alcune individualità come Perisic e Skriniar. I gol di Vecino e Ranocchia dopo appena 18' e le firme del croato e di Politano nel finale si aggiungono alla rete di Lautaro Martinez in Austria chiudendo senza patemi il discorso qualificazione.

C'E' PERISIC - Rispetto alle indicazioni della vigilia, il tecnico toscano inserisce
tre novità nella formazione di partenza. In difesa c'è Ranocchia invece di Miranda, mentre in mezzo al campo Brozovic è preferito a Borja Valero. Sulla trequarti, infine, Perisic vince il ballottaggio con Politano. Per il resto squadra annunciata, con Cedric-Asamoah coppia di terzini e Nainggolan alle spalle di Lautaro Martinez. Stesso schema, il 4-2-3-1, per gli austriaci, che in attacco si affidano a Pavlovic, ma che non hanno scampo contro la maggiore qualità dei nerazzurri. Troppa la differenza tecnica in campo, che si trasforma in un facile 2-0 dopo 18'.

IL GOL DI RANOCCHIA - Prima sblocca Vecino su un'azione costruita sulla sinistra da Perisic. Poi San Siro applaude il ritorno al gol di Ranocchia, che sorprende tutti con una bella girata al volo di destro dal limite dell'area. Il Rapid prova una timida reazione con Pavlovic, che al 23' sfiora il gol con un diagonale dalla sinistra. Ma è solo un sussulto. L'Inter controlla la gara con facilità sfiorando il terzo gol con Brozovic e Candreva . Nella ripresa occasioni per Ranocchia e Lauraro Martinez, poi Spalletti cambia iniziando a pensare a Firenze. Dentro Borja Valero e Politano, fuori Brozovic e Lautaro Martinez. Nel finale arrivano le firme di Perisic e Politano. San Siro applaude, Icardi anche. In attesa della prossima puntata. 

 

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cedric, Ranocchia, Skriniar (32' st Miranda), Asamoah; Vecino, Brozovic (17' st Borja Valero); Candreva, Nainggolan, Perisic; Martinez (21' st Politano). A disposizione: Padelli, de Vrij, D'Ambrosio.

Allenatore: Spalletti

RAPID VIENNA (4-2-3-1) :  Strebinger; Potzmann, Sonnleitner, Hofmann, Bolingoli-Mbombo (30' st
Schobesberger); Ljubicic, Grahovac; Murg, Knasmuller (19' st Schwab), Ivan (19' st Muldur); Pavlovic. A disposizione: Alar, Auer, Thurnwald, Knoflach.

Allenatore: Kühbauer

ARBITRO: Soares Dias (Portogallo)

MARCATORI: 11' pt Vecino, 18' pt Ranocchia, 35' st Perisic, 42' st Politano

NOTE: Murg esce al 39' st per infortunio. Ammoniti: Asamoah, Ranocchia (I), Hofmann (R). Recupero: 0' e e 2'. Calci d'angolo: 6-3 per il Rapid
Vienna

http://www.corrieredellosport.it